Assalta a mano armata il centro scommesse di via Asiago: arrestato

La refurtiva, 1.800 euro contenuti nel cambia monete, è stata interamente recuperata e restituita al proprietario

I carabinieri hanno arrestato il 49enne catanese Giuseppe Nicosia, poiché ritenuto responsabile di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

E' giunto ieri pomeriggio a bordo di uno Scooter Piaggio “Zip” davanti all’agenzia di scommesse “VLT” di via Asiago. Con il casco indossato ed armato di pistola è entrato dentro e minacciando con l’arma uno degli impiegati si è impossessato del dispositivo cambia denaro presente.

Uscito fuori dall’esercizio ha caricato il marchingegno sullo scooter ed è fuggito via. Ad una ventina di metri dal locale il malvivente è stato intercettato da una pattuglia di motociclisti del nucleo radiomobile che, ricevuta la nota di rapina dalla centrale operativa della caserma “Vincenzo Giustino” di piazza Verga – avvisata tramite 112 da un avventore del centro scommesse - si era recata immediatamente sul posto.

Dopo un concitato inseguimento ed una violenta colluttazione con uno dei militari - che ha riportato delle lesioni - il criminale è stato bloccato ed ammanettato. La pistola, risultata giocattolo e priva del tappo rosso, è stata sequestrata insieme allo scooter, privo di copertura assicurativa, ed al casco indossato dal rapinatore.

La refurtiva – 1.800 euro contenuti nel cambia monete – è stata interamente recuperata e restituita all’avente diritto. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento