Assalto a mano armata all’Ard Discount di Aci Sant’Antonio

Trovando le casse disattivate per l’ora di chiusura ha minacciato con l‘arma le impiegate che, terrorizzate, sono fuggite nascondendosi in uno de locali dell’esercizio commerciale

I carabinieri del nucleo operativo di Acireale hanno arrestato un 34enne di Aci Catena, poiché ritenuto responsabile di tentata rapina in concorso e ricettazione. Intorno alle 21:00 di ieri sera l’uomo, aiutato da un complice in fase di identificazione, a bordo di una Fiat Uno di colore bianco (rubata il 30 giugno scorso ad Aci Sant’Antonio) si è recato nel supermercato “Ard Discount” di Aci Sant’Antonio e con una pistola in pugno ed il volto travisato da passamontagna vi ha fatto irruzione.

Trovando le casse disattivate per l’ora di chiusura ha minacciato con l‘arma le impiegate che, terrorizzate, sono fuggite nascondendosi in uno de locali dell’esercizio commerciale chiedendo aiuto al 112.

Il malvivente, dopo aver tentato inutilmente di forzare le casse, è fuggito via. Grazie agli immediati riscontri investigativi esperiti dagli uomini del nucleo operativo intervenuti sul posto i quali, visionando le immagini del sistema di videosorveglianza e la testimonianza degli impiegati del supermercato, sono riusciti a dare un volto ad uno dei rapinatori il quale, a seguito di una vera e propria caccia all’uomo è stato intercettato ed ammanettato nei pressi di via IV Novembre ad Aci Catena, a bordo della medesima Fiat Uno e con in dosso gli stessi indumenti utilizzati per compiere il reato.

Gli indumenti sono stati sequestrati mentre l’autovettura, dopo i rilievi del caso, sarà restituita al legittimo proprietario. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento