Assalto ad un negozio di Misterbianco, ferito poliziotto: preso il terzo ladro

E' stato arrestato e messo agli arresti domiciliari per rapina aggravata e lesioni aggravate un 18enne che il 16 ottobre con due complici aveva rapinato un esercizio commerciale di Misterbianco

E' stato arrestato e messo agli arresti domiciliari per rapina aggravata e lesioni aggravate un 18enne che il 16 ottobre con due complici aveva rapinato un esercizio commerciale di Misterbianco.

I tre, a bordo di una Mercedes classe c, si erano appostati nel parcheggio di fronte a un esercizio commerciale della zona industriale di Misterbianco. Mentre l'autista rimaneva alla guida, gli altri due avevano fatto irruzione all'interno del negozio armati di pistola, facendosi consegnare la somma di 500 euro. 

Un poliziotto fuori servizio, che aveva appena fatto compere insieme alla famiglia e si trovava nel parcheggio, pur essendo disarmato, si era gettato addosso a uno dei due nel tentativo di disarmarlo. Nella violenta colluttazione, ripresa dalle telecamere di sorveglianza, il poliziotto, più volte colpito alla testa con il calcio della pistola, è riuscito a strappare il passamontagna a uno dei due malviventi, poi fuggiti.

Lo scorso 18 ottobre grazie alla testimonianza del poliziotto e alle videocamere di sorveglianza, che hanno permesso di risalire alla targa della mercedes, sono stati arrestati due dei malviventi: un 27enne, già noto alle forze dell'ordine, e un 22enne, incensurato. Ieri pomeriggio è stato rintracciato e arrestato nel rione Monte Po, a Catania il terzo complice. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento