menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Prestipino, responsabile sezione bar dell’associazione

Antonio Prestipino, responsabile sezione bar dell’associazione

Assoesercenti-Unimpresa: "Ritorno alla zona arancione, un’altra mazzata contro i ristoratori"

Assoesercenti - Unimpresa Sicilia chiede al Governo di rivedere queste scelte immotivate che determineranno la chiusura definitiva di numerose aziende isolane

A partire da lunedì prossimo e fino al 6 aprile in tutta Italia le zone rosse restano rosse e quelle gialle passano in arancione, tra queste anche la Sicilia, a parte la parentesi di Pasqua, nei giorni 3,4 e 5 aprile che sarà rosso su tutto il Paese. "Questa decisione - commenta Salvo Politino, presidente regionale di Assoesercenti - Unimpresa Sicilia - é una follia. Nessun preavviso é stato dato e nessun elemento ci ha preparati ad affrontare questa assurda disposizione, sarà un’altra mazzata contro i ristoratori». Un improvviso passo indietro che lascia basiti gli esercenti del settore bar e ristorazione, come Antonio Prestipino, responsabile sezione bar dell’associazione di categoria: "Non vedo il motivo per il quale ci hanno resi zona arancione in Sicilia. Siamo 5 milioni di abitanti con attualmente 500 casi: zona bianca dovevamo diventare! Ancora più assurdo se si fa un paragone con la Sardegna, unica “bianca”, dove sono 1 milione di persone, con 100 casi. Con quali criteri vengono stabilite le zone in Italia? Quali sono i dati che hanno fatto allarmare il Governo? In queste decisioni non vi è alcuna logica. Da lunedì dunque non potremmo fare più servizio, ma solo asporto, con il quale si guadagna solo un 10º del previsto, abbiamo la merce pronta, la spesa e i rifornimenti per la settimana, le creme per i dolci, la frutta e la verdura fresche, alimenti che dovremo gettare via ancora una volta. Ristoranti e bar saranno vuoti e fuori, per strada, si formeranno assembramenti. E intanto nemmeno un decreto Ristori o un qualsiasi altro aiuto finanziario é in arrivo". Assoesercenti - Unimpresa Sicilia chiede al Governo di rivedere queste scelte immotivate che determineranno la chiusura definitiva di numerose aziende isolane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento