Ast. Figuccia (Fi): azienda sul lastrico, da crocetta solo sporche bugie

“Crocetta gioca sulla pelle dei lavoratori dell’Ast. L’Azienda trasporti è vicina al dissesto poiché la Regione, per un motivo ancora non noto, non ha provveduto a versare il contributo annuo pari a 28 milioni di euro. Somme non aleatore, ma previste da una specifica legge regionale, la n.5 del 28 gennaio 2014"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

“Crocetta gioca sulla pelle dei lavoratori dell’Ast. L’Azienda trasporti è vicina al dissesto poiché la Regione, per un motivo ancora non noto, non ha provveduto a versare il contributo annuo pari a 28 milioni di euro. Somme non aleatore, ma previste da una specifica legge regionale, la n.5 del 28 gennaio 2014. Adesso l’Azienda si trova alla paralisi finanziaria, con i conti bloccati, impossibilitata a corrispondere gli stipendi ai circa 200 dipendenti tra autisti e amministrativi”. Lo dichiara l’on. Vincenzo Figuccia, vicecapogruppo di Forza Italia all’Ars.

“Crocetta, il governatore che voleva mettere le ali all’Ast, si sta invece prodigando per scavarle la fossa gettando sul lastrico oltre 200 famiglie – continua Figuccia - Le promesse del Presidente si rivelano ogni giorno di più per quello che realmente sono: sporche bugie. Stamane ho presentato un’interrogazione con la quale chiedo risposte sui mancati trasferimenti da parte della Regione e sulla mancata ricapitalizzazione promessa dal governatore e che adesso sembra caduta in cantina per lasciare spazio ad ipotesi di vendita. Crocetta dia risposte e agisca, abbandoni la politica delle false promesse”.

Torna su
CataniaToday è in caricamento