L’astronauta Luca Parmitano si “porterà” le lasagne nello spazio

Sulla "tavola" della Stazione Spaziale arriveranno diversi piatti tipici italiani: pasta, tiramisù, melanzane alla parmigiana, risotto al pesto e risotto ai funghi

E’ iniziato il countdown per Luca Parmitano, l’astronauta catanese che nel maggio 2013 andrà nello spazio. Parmitano partecipa alla spedizione di ricerca e sperimentazione multidisciplinare e multi-nazionale ISS 36/37 voluta da Agenzia Spaziale Italiana e Nasa.

In questi giorni, prima della fase finale del suo addestramento, l’astronauta sta incontrando gli studenti dei Convitti nazionali di Roma, Napoli e Torino, per raccontare la sua imminente avventura fra le “stelle”.

I primi studenti a incontrare l’astronauta sono stati i ragazzi del Convitto nazionale di Roma, circa 1.100 allievi. Durante l’incontro Parmitano ha esortato gli alunni ad amare i propri studi e in generale quello che si fa, perché la passione è la forza motrice del successo.

"Questa presentazione di Luca Parmitano nel Convitto - ha dichiarato Enrico Saggese, presidente dell'Agenzia spaziale italiana - ha lo scopo di trasmettere l'entusiasmo e la gioia dell'astronauta alle nuove generazioni: Parmitano è un ambasciatore dell'Italia nel mondo della tecnologia avanzata. Ma è anche un ambasciatore per le nuove generazioni: spero che le avventure sulla Iss ispirino i giovani in settori che danno lustro all'Italia e in settori in cui il nostro Paese è all'avanguardia, come l'aerospazio".

I PIATTI NELLO SPAZIO - Sulla “tavola” della Stazione Spaziale arriveranno diversi piatti tipici italiani: lasagne, tiramisù, melanzane alla parmigiana, risotto al pesto e risotto ai funghi.

“Tutti i cibi sono stati disidratati con un processo particolare, in modo da lasciare la consistenza il più possibile vicina a quella che avrebbero appena cotti - ha spiegato David Avino, responsabile tecnico dell'azienda Argotec e del progetto relativo al cibo spaziale su contratto con l'Esa – I piatti sono anche stati trattati con un processo di termostabilizzazione, che rende sufficiente riscaldarli con il piccolo fornello di bordo”.

Sigillati in bustine di alluminio, i cibi italiani raggiungeranno la Stazione Spaziale ad aprile, prima quindi di Luca Parmitano e dell’equipaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento