rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Ato, chiusura alle porte: il Comitato igiene ambientale chiede chiarezza

I vecchi ambiti territoriali ottimali saranno sostituiti dalle nuove Srr e Aro, non ancora in funzione. Le aziende specializzate nella raccolta rifiuti chiedono alla Regione di fare chiarezza

Il prossimo 30 settembre andranno in pensione in tutta la Sicilia gli Ato, i vecchi ambiti territoriali ottimali, ed il servizio di raccolta rifiuti sarà sostituito dalle nuove Società di regolamentazione rifiuti (Srr) e dalle Aro, aree di raccolta ottimale. Il Dipartimento Regionale dei Rifiuti incoraggia la costituzione di nuovi consorzi da parte dei comuni, che potranno anche scegliere di indire singolarmente gare d’appalto. Tuttavia le principali aziende del settore, riunite sotto il Comitato di igiene ambientale, lamentano una mancanza di chiarezza da parte della Regione e sollecitano l’Assessorato all’Energia ed il Dipartimento Acque e Rifiuti ad adottare provvedimenti urgenti per scongiurare un eventuale stato di crisi.

VIDEO

“C’è una grande incertezza e legittime paure per il nostro futuro, – commenta il presidente del comitato Rossella Pezzino De Geronimo – basti pensare che abbiamo già dovuto inviare un preavviso di licenziamento a tutti i nostri dipendenti. Non sappiamo cosa accadrà dopo il 30 settembre: le Srr non sono ancora operative e le gare non sono state bandite dai comuni. Era stato costituito un  tavolo tecnico tra noi rappresentanti delle imprese aderenti al comitato, i sindacati e Confindustria, ma dall’inizio di settembre ad oggi non abbiamo avuto ancora risposte certe”.

Conseguentemente alla prossima chiusura degli Ato, sorge il problema dei debiti contratti in questi anni. “Avanziamo milioni e milioni di euro – continua la De Geronimo – e non sappiamo come verranno gestiti questi debiti a partire dal prossimo mese, se con la creazione di una bad company o altro. Anche da questo punto di vista chiediamo alla Regione che si faccia chiarezza quanto prima”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato, chiusura alle porte: il Comitato igiene ambientale chiede chiarezza

CataniaToday è in caricamento