Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Ato idrico, il sindaco di Gravina eletto nel consiglio direttivo

L'Assemblea è composta dai sindaci dei comuni dell'ambito territoriale ottimale Catania 2 e dovrà attuare il piano d'azione che consentirà la riorganizzazione dei servizi di gestione e fornitura idrica

L'assemblea territoriale idrica riunitasi ieri presso l'aula consiliare della città metropolitana di Catania a Palazzo Minoriti ha eletto all'unanimità il sindaco di Gravina di Catania Massimiliano Giammusso alla carica di componente del Consiglio direttivo Ati.

L'Assemblea è composta dai sindaci dei comuni dell'ambito territoriale ottimale Catania 2 e dovrà attuare il piano d'azione che consentirà la riorganizzazione dei servizi di gestione e fornitura idrica.

"Ringrazio i 58 colleghi sindaci della Città metropolitana che hanno voluto onorarmi della loro fiducia - ha dichiarato Giammusso - Il mio impegno nel rappresentare le istanze del nostro territorio in questo difficile comparto sarà massimo, si tratta infatti di una questione molto sentita dai cittadini che purtroppo ancora oggi soffrono disservizi: basti pensare che ancora oggi, in generale, nella nostra Ato di riferimento lo stato delle infrastrutture risulta estremamente carente, con perdite d'acquedotto di circa il 60 per cento e una copertura del servizio fognario che raggiunge solamente il 30 per cento".

"L'obiettivo è quello procedere all'affidamento del servizio idrico integrato, nell'intero ambito di Catania, a un gestore unico così come stabilito da una sentenza della Corte Costituzionale del 2017, che impone il rispetto dei principi del decreto legislativo 152 del 2006 - ha specificato – l'Ati dunque dovrà provvedere alla ricognizione delle infrastrutture, alla redazione del programma degli interventi, alla scelta del modello gestionale e organizzativo e alla redazione del piano economico finanziario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato idrico, il sindaco di Gravina eletto nel consiglio direttivo

CataniaToday è in caricamento