Attentato incendiario contro la Tosa Appalti, presi di mira i camion sulla Noto-Pachino

Grave atto intimidatorio ai danni della Tosa Appalti, ditta catanese che per conto del Consorzio Autostrade Siciliane sta realizzando la bretella Noto – Pachino della autostrada Catania – Siracusa. Un incendio stavolta ha danneggiato la fiancata di un grosso camion che è stato preso di mira da ignoti

Grave atto intimidatorio ai danni della Tosa Appalti, ditta catanese che per conto del Consorzio Autostrade Siciliane sta realizzando la bretella Noto – Pachino della autostrada Catania – Siracusa. Un incendio stavolta ha danneggiato la fiancata di un grosso camion che è stato preso di mira da ignoti. Un grosso boato provocato da una violenta deflagrazione e poi fumo e fiamme che hanno messo in allarme il custode del cantiere. E’ stato l’uomo infatti ad imbracciare tempestivamente un estintore e a spegnere il principio di incendio che se propagato avrebbe potuto distruggere non solo il mezzo pesante ma anche quelli parcheggiati a fianco.

Già in passato la ditta ha ricevuto altri inquietanti segnali intimidatori. L’episodio si è verificato nel pomeriggio di sabato scorso quando i malviventi sono entrati in azione approfittando dell’assenza degli operai nel cantiere. L’intera area oggetto dei lavori è controllata da un sistema di videosorveglianza, che delinquenti però hanno cercato più volte di neutralizzare. Stavolta chi ha fatto irruzione tra ruspe ed escavatori ha cosparso il camion di liquido infiammabile in più parti e ha cercato di appiccare il fuoco, per poi darsi alla fuga. Le immagini sono state acquisite dalla polizia, alla quale è pervenuta la denuncia e che indaga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei mesi scorsi, nello stesso cantiere, il cancello d’ingresso, utilizzato per l’accesso dei mezzi da lavoro, era stato più volte forzato per rubare i videoregistratori del sistema del circuito di telecamere. In questa occasione i ladri si erano introdotti all’interno di un casotto, utilizzati da operai e tecnici, per staccare i cavi e trafugare i le apparecchiature di registrazione delle immagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento