rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Aumento Tari, la bocciatura dell'emendamento per scongiurarlo, M5s: "Fondi ministeriali di cui non si poteva disporre"

La nota del gruppo pentastellato replica agli attacchi di consiglieri comunali e regionali per l'ipotesi ormai sfuggita - con il voto contrario di cinque stelle e Pd e di alcuni franchi tiratori in maggioranza - di nuovi fondi per attenuare il costo del conferimento in discarica

"Sulla bocciatura dell'emendamento del governo sui fondi per l'emergenza rifiuti, circolano false informazioni strumentalizzate ad arte per pura speculazione politica. A questo punto sono doverose alcune importanti precisazioni. Prima di tutto, si tratta di fondi ministeriali, che, per stessa ammissione dell'assessore Armao, non sono ancora nelle disponibilità della Regione e dei quali la stessa non può disporre autonomamente. Se e quando arriveranno, saranno il governo e l'assemblea in carica a occuparsene". Lo affermano i deputati del M5s all'Ars con una nota che replica agli attacchi di consiglieri comunali e regionali per l'ipotesi ormai sfuggita - con il voto contrario di cinque stelle e Pd e di alcuni franchi tiratori in maggioranza - di nuovi fondi per attenuare il costo del conferimento in discarica. "L'emendamento governativo, inoltre, è stato proposto all'ultimo momento, in tarda notte, e per i soli comuni di Palermo e Catania, provocando la reazione di tutti i deputati delle altre province, a partire da quelli di maggioranza, che hanno pesantemente contestato il modus operandi del governo", concludono i parlamentari cinque stelle.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento Tari, la bocciatura dell'emendamento per scongiurarlo, M5s: "Fondi ministeriali di cui non si poteva disporre"

CataniaToday è in caricamento