menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Possibile aumento tariffa Sostare, Confcommercio continua ad opporsi

E' scontro sul possibile aumento della tariffa degli stalli di parcheggio a pagamento. Il consiglio comunale tornerà a riunirsi per votare

E' scontro sul possibile aumento della tariffa degli stalli di parcheggio a pagamento. Il consiglio comunale tornerà a riunirsi per votare. Intanto insorge Confcommercio, che continua ad opporre resistenza.

"L’analisi dell’assessore Girlando in ordine al nuovo contratto con Sostare ed agli aumenti tariffari non ci appare assolutamente convincente. Infatti non ci si rende conto che penalizzare i fruitori dei servizi cittadini con un aumento indiscriminato della tariffa di sosta rappresenta un vantaggio-regalo concesso dall’amministrazione Bianco ai centri commerciali. Ora, come sospettavamo, viene sancito chiaramente un obiettivo dell’amministrazione Bianco: penalizzare gli utenti della Città, scoraggiarli a frequentare Catania. E saranno penalizzati in virtù di due condizioni di disastro finanziario: quello comunale e quello di Sostare. Il Comune, infatti, scarica sugli utenti incombenze che prima pagava a parte a Sostare, ivi compreso il presidio dei varchi ZTL e di San Giovanni Li Cuti. Sostare, inoltre, dal canto suo ha prodotto buchi di bilancio pur gestendo in regime di monopolio ben 8000 stalli. Complimenti anche a loro. L’allineamento ISTAT della tariffa, a cui fa riferimento l’assessore, appare una motivazione alquanto bizzarra e strumentale: siamo in deflazione da 4 anni e nei prossimi tre – quattro si spera di arrivare (sarà pressoché un miracolo) ad una inflazione del 2%. L’inflazione è ferma da anni: adeguare la tariffa sulla base di una inflazione che risale a tanti anni fa ci pare francamente solo un pretesto"

"Ricordiamo all’assessore - continua la nota Confcommercio - che a Catania la sosta breve, quella fino a 20 minuti, costa un terzo in più che a Roma: a Catania 20 minuti costano 40 centesimi a Roma 15 minuti 20 centesimi. Fate voi le proporzioni. La delibera, per come strutturata, non interviene, invece, per debellare il fenomeno della sosta passiva, visto che permangono le agevolazioni tariffarie sulla sosta da mezza giornata, tra l’altro deprecate dal Consiglio di Stato con una recente sentenza del dicembre 2015. Se veramente a luglio sarà inaugurata la linea metro Nesima - Stesicoro, ne dubitiamo ma lo auspichiamo, hanno ancora più valenza le nostre ragioni, ovvero di non aumentare la tariffa di sosta oraria e di eliminare le anzidette agevolazioni per la sosta lunga.

Abbiamo il timore che l'esito dei lavori del Consiglio Comunale e la mancanza del numero legale porterà all'approvazione della delibera in questione al solo fine di affermare rapporti di forza, come se si trattasse di un mero braccio di ferro fine a se stesso o peggio ancora strumentale ad altri obiettivi, indipendentemente dal negativo impatto economico e di immagine che inevitabilmente determina l’aumento della tariffa di sosta.

Questo succede se l'interesse dei partiti prevale sulla Città. Facciamo perciò appello ai consiglieri Comunali di tutti gli schieramenti, ai Capigruppo, ai Presidenti delle Commissioni Consiliari competenti di continuare il confronto sulla base di ragionamenti che mettano al centro gli interessi della Città e delle categorie imprenditoriali, ad iniziare dal commercio. Riteniamo che sia possibile trovare altre soluzioni ad un forte aumento della tariffa, che sia possibile declinare in altro modo le diverse esigenze. Abbiamo sempre confidato in questo Consiglio Comunale, lo abbiamo detto più volte, ed oggi lo confermiamo nonostante il timore espresso. Siamo stati, come Confcommercio Catania, parte attiva nelle commissioni, abbiamo fatto pervenire considerazioni e precise proposte, senza, però, aver ricevuto formale risposta in ordine ad esse né in ordine agli indirizzi che le commissioni abbiano adottato. Auspichiamo che questo ultimo fondamentale passaggio possa essere consumato nei prossimi giorni, nella speranza che tutti insieme possiamo trovare una soluzione condivisa nell'interesse della Città. Auspichiamo che questo Consiglio possa continuare a rappresentare il luogo dove la partecipazione della Città si continui a concretizzare così com'è stato sin ora"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

  • Cronaca

    Smantellate piazze di spaccio tra Ragusa, Catania ed Agrigento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento