Scomparsa Mariella Cimò, amica del marito imputata per favoreggiamento

Giuseppa Grasso, amica di Di Grazia, è imputata per favoreggiamento personale davanti giudice monocratico Santino Mirabella. Nell'udienza di oggi l'accusa, rappresentata in aula dal sostituto Angelo Busacca, ha chiesto la sua condanna a un anno di reclusione

Durante la fase preliminare delle indagini avrebbe mentito su alcuni particolari che avrebbero potuto danneggiare Salvatore Di Grazia, il 78enne imputato per omicidio e soppressione di cadavere perchè accusato di avere ucciso la moglie, Mariella Cimò, 72 anni, al culmine di una lite per motivi economici e passionali, facendo poi sparire il corpo. E' l'accusa contestata a Giuseppa Grasso, amica di Di Grazia, che successivamente avrebbe fornito delle precisazioni su quanto dichiarato, ma questo non le ha impedito di essere processata.

La donna è così imputata per favoreggiamento personale davanti giudice monocratico Santino Mirabella. Nell'udienza di oggi l'accusa, rappresentata in aula dal sostituto Angelo Busacca, ha chiesto la sua condanna a un anno di reclusione. L'udienza è stata aggiornata al 21 maggio prossimo per l'intervento della difesa. La signora è estranea al processo che si celebra davanti la Corte d'assise di Catania a Di Grazia.

Mariella Cimò è scomparsa dall'abitazione della coppia il 25 agosto del 2011, la denuncia è stata presentata dal marito il 5 settembre successivo. I due erano sposati da 43 anni. Negli ultimi periodi c'erano stati dei contrasti tra marito e moglie, in particolare sulla gestione di un autolavaggio self service per autovetture di Aci Sant'Antonio, di proprietà della Cimò e nel quale lavorava il Di Grazia. La donna lo voleva vendere, mentre il marito era assolutamente contrario. Sul caso indagano i carabinieri di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento