Viale Andrea Doria, autolavaggio con 15 lavoratori in nero

Tredici dipendenti erano extracomunitari e 10 di loro non possedevano neanche regolare permesso di soggiorno

Gli agenti del commissariato Borgo- Ognina durante una serie di controlli straordinari sul territorio hanno scoperto, in viale Andrea Doria al civico 6/A un autolavaggio con personale in nero. In totale lavoravano all'interno dell'attività 15 persone, 13 delle quali extracomunitari e 10 senza alcun permesso di soggiorno.

Il titolare dell'autolavaggio è stato quindi denunciato ai sensi del reato previsto dall'art. 12 del D.L.vo 286/98 che punisce con la reclusione da sei mesi a tre anni, e con l'ammenda pari a euro 5000 chi assume alle proprie dipendenze lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno (5000 per ogni dipendente).

La polizia ambientale e il  reparto annona, hanno sanzionato il titolare dell'attività anch al pagamento della somma pari a 3.098,00 euro per la presenza non autorizzata di macchine erogatrici di bevande. I 10 extracomunitari irregolari sono stati sottoposti a rilievi foto-dattiloscopici da parte della locale polizia scientifica e, successivamente espulsi dal territorio italiano  Neanche uno dei lavoratori dell'autolavaggio era in regola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento