Autotrasporto, controlli a tappeto della polizia stradale

Sono stati complessivamente controllati oltre 200 veicoli, rilevate numerose infrazioni per mancato uso delle cinture di sicurezza e regolarità’ del cronotachigrafo

Nel corso della settimana le Sezioni Polizia Stradale di Catania Messina e Siracusa, nel quadro delle direttive del servizio e del Compartimento per la Sicilia orientale, hanno attuato dei dispositivi di controllo straordinario dei veicoli adibiti al trasporto di persone e di merci. L’obiettivo, delle numerose pattuglie impiegate nell’occasione, era la verifica della normativa e dei protocolli, al cui rispetto sono chiamati sia le imprese del settore, sia i loro dipendenti impiegati come autisti. I servizi sono stati svolti sia presso le principali barriere autostradali della A18 e della A20, sia presso alcune aree di servizio, all’interno delle quali era stato appositamente deviato il flusso veicolare ad opera del personale degli enti concessionari. Sono stati complessivamente controllati oltre 200 veicoli e rilevate numerose infrazioni al codice della strada relative al mancato uso delle cinture di sicurezza, alla regolarità’ del cronotachigrafo, alla revisione dei veicoli e al possesso della regolare documentazione di guida nonché il rispetto della normativa antiCovid-19. E a fronte di specifiche e palesi violazioni, sono stati contravvenzionati 7 autisti.

Durante il servizio al casello autostradale di Catania nord è stato inoltre sanzionato un incauto conducente di autovettura che, proprio dinnanzi alle pattuglie presenti in quel momento, ha effettuato una pericolosa inversione di marcia mettendo a serio rischio la sicurezza dei numerosi automobilisti che in quel momento transitavano. I controlli sono proseguiti anche nelle ore notturne con l’impiego delle Squadre di Polizia Giudiziaria, all’interno delle aree di servizio autostradali e della tangenziale di Catania, dove di recente si erano verificati alcuni tentativi di furto ai danni degli autotrasportatori. nel corso di tali controlli sono stati identificati 3 pregiudicati per reati contro il patrimonio. Gli agenti inoltre hanno dato risposta ai diversi interrogativi e dubbi degli automobilisti e autotrasportatori per quanto riguarda la normativa e i protocolli che regolano il settore dell’autotrasporto professionale, con riferimento particolare alle disposizioni in materia antiCovid. Particolare attenzione inoltre e’ stata riservata alle iniziative di sicurezza partecipata attuate mediante il protocollo, siglato dal dipartimento di Pubblica Sicurezza con le associazioni nazionali di settore e di categoria, con cui è stato istituito l “Osservatorio Nazionale su i furti e le rapine a danno degli autotrasportatori”, che prevede, tra le varie misure, anche l’adozione di un vademecum che suggerisce delle regole di condotta atte a ridurre il rischio di episodi delittuosi ai loro danni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento