rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Voto di scambio, Raffaele Lombardo: "Sono rammaricato"

"si sarebbe potuto agevolmente accertare che Ernesto Privitera è mio sostenitore da prima di nascere, nel senso che il padre appoggiò mio padre alle Comunali di Catania del 1970", spiega l'ex presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo

"Sono rammaricato per questo avviso di garanzia anche perchè si sarebbe potuto agevolmente accertare che Ernesto Privitera è mio sostenitore da prima di nascere, nel senso che il padre appoggiò mio padre alle Comunali di Catania del 1970. E' sempre stato impegnato ininterrottamente al mio fianco. Nessuno scambio, quindi, nessuna interessata 'conversione'. D'altronde nei lunghi anni del mio impegno pubblico non ho mai subordinato uno solo dei miei molteplici interventi all'ottenimento di una qualsivoglia contropartita". Queste le parole dell'ex presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, appresa la notizia della nuova inchiesta per voto di scambio che lo coinvolge assime al figlio di 25 Toti, neo deputato regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto di scambio, Raffaele Lombardo: "Sono rammaricato"

CataniaToday è in caricamento