rotate-mobile
Cronaca

L’avvocatessa del Foro di Catania che vuole difendere Matteo Messina Denaro

Tutti hanno il diritto ad essere difesi e sono pronta a mettere a disposizione tutta la mia professionalità in ogni stato e grado di giudizio, secondo diritto e giurisprudenza, con impegnoe leggendo carte notte e giorno", ha dichiarato l'avvocato Maria Carmela Manenti

Mentre salgono a sei i favoreggiatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro arrestati dai carabinieri del Ros, c'è anche chi si fa avanti per assumere l'incarico di difenderlo. L’avvocato Lorenza Guttadauro, nipote di Matteo Messina Denaro, ha infatti rimesso il mandato per il processo sulle stragi di Capaci e via D’Amelio. Il legale Calogero Montante, nominato d’ufficio, si è prima detto incompatibile e poi ha denunciato una telefonata di minaccia nei suoi confronti.

Oggi, dal Foro di Catania, arriva la "candidatura" dell'avvocato penalista 46enne Maria Carmela Manenti che, in un’intervista all’edizione palermitana di Repubblica, dice che vuole assumere quell’incarico. "Mi sono sentita in dovere di farmi avanti perché quanto sta accadendo è qualcosa di contrario alla Costituzione. Tutti hanno il diritto ad essere difesi e sono pronta a mettere a disposizione tutta la mia professionalità in ogni stato e grado di giudizio, secondo diritto e giurisprudenza, con impegnoe leggendo carte notte e giorno", ha dichiarato. 

Manenti, però, non sarebbe iscritta alle liste d’ufficio e, in passato, avrebbe svolto altri processi inerenti a personaggi coinvolti nella criminalità organizzata. "Il mio è un appello al signor Matteo Messina Denaro e sono disposta a mettermi subito a lavorare", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’avvocatessa del Foro di Catania che vuole difendere Matteo Messina Denaro

CataniaToday è in caricamento