rotate-mobile
Cronaca

Mise a segno un furto presso l'Avvocatura di Stato, 32enne condotto in carcere

Dopo aver danneggiato i distributori di bevande presenti nei locali, ha rovistato in diversi uffici svuotando e gettando a terra i documenti presenti nelle scrivanie, impossessandosi della somma complessiva di 200 euro

Un 32enne di Catania, denunciato per furto aggravato, è stato raggiunto dalla misura cautelare della custodia in carcere, eseguita dai carabinieri della stazione di Ognina su richiesta della procura etnea. Nella notte tra l’8 e il 9 febbraio 2020, forzando una finestra, si è introdotto all’interno di vari uffici dell’Avvocatura dello Stato etnea. Dopo aver danneggiato i distributori di bevande presenti nei locali, ha rovistato in diversi uffici svuotando e gettando a terra i documenti presenti nelle scrivanie, impossessandosi  anche della somma complessiva di 200 euro, rinvenuta all’interno della scrivania assegnata al funzionario addetto alla contabilità e utilizzata quale fondo cassa per le spese minute. Di fondamentale importanza per lo sviluppo dell’attività investigativa e l’individuazione del presunto autore, sono state le immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza ed i riscontri dattiloscopici. Il 32enne si trova ora presso il carcere catanese di Ragusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mise a segno un furto presso l'Avvocatura di Stato, 32enne condotto in carcere

CataniaToday è in caricamento