Dopo la morte del piccolo Leonardo, firmato il decreto su dispositivi antiabbandono

Il ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, firma il decreto attuativo dell'articolo 172 del nuovo codice della strada. Per i piccoli di età inferiore ai 4 anni sarà obbligatoria l'installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini per auto

Mettere fine alle morti di bambini perché dimenticati inconsapevolmente in auto dai genitori. Con questo obiettivo il ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, firma il decreto attuativo dell'articolo 172 del nuovo codice della strada. Per i piccoli di età inferiore ai 4 anni sarà obbligatoria l'installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini per auto.

Un vincolo che, dopo il via libera del Consiglio di Stato giunto a fine settembre, sarà operativo non appena il decreto legge sarà pubblicato sulla gazzetta ufficiale nei prossimi giorni. Si tratta del passaggio conclusivo della legge, dopo l'approvazione del Parlamento con il voto di tutti i gruppi politici.

L'ultima tragedia, in ordine cronologico, è stata quella del 19 settembre a Catania, quando un uomo di 43 anni, ricercatore del dipartimento di Ingegneria dell'università, ha dimenticato di portare il figlio di due anni all'asilo lasciandolo chiuso in auto per cinque ore. E' stata la moglie a chiamarlo, visto che all'asilo non aveva trovato il figlio. Il padre del bimbo si è precipitato trovando il piccolo esanime. Lo ha quindi portato al Policlinico di via Santa Sofia, dove i medici ne hanno constatato la morte. La morte del bimbo sarebbe stata causata dal caldo soffocante all'interno dell'auto, parcheggiata per oltre cinque ore sotto il sole cocente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E proprio per scongiurare eventi tragici di questo tipo  che sono allo studio anche modalità per attuare l'agevolazione fiscale prevista per favorire l'acquisto dei dispositivi (attualmente ce ne sono in commercio svariati con un costo variabile dai 50 ai 100 euro) ed incrementare le relative risorse. Per chi non si adegua, come riportato nel comma 10 dell'articolo 172 del codice della strada, la sanzione consisterà nel pagamento di una somma da 81 a 326 euro ed una detrazione di 5 punti dalla patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento