Bancarotta fraudolenta e occultamento di scritture contabili: 5 indagati

Sequestro preventivo delle disponibilità finanziarie degli indagati di circa 2 milioni di euro e di due società commerciali, R&R s.r.l. e T&C s.r.l.

Su delega della Procura della Repubblica i finanzieri del comando provinciale di Catania hanno dato esecuzione a un’ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale etneo che ha disposto l’applicazione di misure personali (2 arresti domiciliari e 3 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria) nei confronti di 5 persone indagate per i reati di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, occultamento e distruzione di scritture contabili nonché di bancarotta fraudolenta aggravata.

Con tale provvedimento è stato disposto, quale misura cautelare reale, il sequestro preventivo: - anche per equivalente, delle disponibilità finanziarie degli indagati fino alla concorrenza di circa 2 milioni di euro, pari all’evasione dell’Iva derivata da un giro di false fatturazioni, emesse nel periodo 2012/2016, del valore complessivo di 14 milioni di euro; di due società commerciali, R&R s.r.l. e T&C s.r.l., attive nel settore del trasporto di merci su strada e aventi sede a Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento