menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banner sul turismo, Bianco: "Non si è trattato di un errore, ma di scelta pubblicitaria"

Realizzato da un architetto del Comune e promozionato al costo di 10 mila euro sulle pagine del Corriere della Sera il nuovo banner turistico della città continua a far discutere. Il Sindaco risponde alle polemiche dalla sua pagina facebook "Qualcuno -spero scherzando- ha scambiato la scritta 'catania' (con la c in minuscolo) per un errore. È una scelta pubblicitaria che vuole accentuare il carattere friendly del messaggio. Non un errore, suvvia!" ha detto

Continua a far discutere la nuova immagine promozionale della città. Dopo esser finito persino nel mirino di Selvaggia Lucarelli, che come tanti, era inorridita davanti quella mancata maiuscola sul nome proprio della Catania ed esser stato pubblicizzato tra le pagine del Corriere della Sera al costo di 10 mila euro, il banner turistico etneo è stato difeso dal sindaco Enzo Bianco che sulla sua bacheca facebook ha risposto alle polemiche così:" Ammetto con sincerità che sono rimasto colpito dalla polemica che alcuni hanno scatenato sulla pagina del Corriere della Sera per la promozione turistica della mia città. Alcune accuse, a parte gli insulti di chi nella rete si diverte così, hanno dell'incredibile. Altra cosa sono le critiche.discutibili, come tutto, ma legittime. Il Corriere inserisce #Catania nelle 6 città di un tour denominato 'Il bello dell'Italia', una serie di dibattiti al Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena - Catania, tante iniziative culminate nella La Notte della Follia Fenice Company Ideas al Castello Ursino, con decine di spettacoli e migliaia di presenze".

"Il Comune di Catania compra una pagina di pubblicità al costo di 10.000,00 € più IVA - continua il Sindaco -  per un milione di copie stampate distribuite per tre diversi giorni. Chi sa di costi pubblicitari sa che è decisamente una buona offerta. Un esperto affermato a livello nazionale che ama Catania coglie in uno slogan efficace il punto nodale su cui costruire una immagine turistica della città, la quale non gode di una reputazione dinamica e operosa ma non bella. E invece ti aspetta proprio questo: una città davvero bella! Qualcuno -spero scherzando- ha scambiato la scritta "catania " (con la c in minuscolo) per un errore. È una scelta pubblicitaria che vuole accentuare il carattere friendly del messaggio. Non un errore, suvvia! Le foto e l'impaginazione grafica sono frutto del lavoro di un architetto,dipendente del Comune,esperto di grafica,serio,apprezzato,sperimentato. Ovviamente può piacere o no. A me è piaciuta molto. È così a tanti ,anche esperti di comunicazione, di stampa, e di turismo".

"Infine, ciò che trovo insopportabile è l'aggressione, la denigrazione, gli insulti, le menzogne. GRAZIE A CHI HA CRITICATO. MA A QUESTI ALTRI DICO 'NO,GRAZIE' ".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento