Bassorilievo custodito al Castello Ursino in mostra a Forlì

L'opera marmorea raffigurante l’accecamento di Polifemo andrà in prestito per essere esposto nella mostra “Ulisse, l’arte e il mito” che aprirà i battenti il 14 Febbraio

Il bassorilievo marmoreo raffigurante l’accecamento di Polifemo custodito nel Museo Civico di Castello Ursino andrà in prestito per essere esposto nella mostra “Ulisse, l’arte e il mito” allestita a Forlì nei Musei San Domenico che aprirà i battenti il 14 Febbraio. La Giunta comunale ha deliberato lo spostamento dell’opera con previa copertura assicurativa a carico degli organizzatori dell’esposizione. La mostra, organizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, in collaborazione con il Comune di Forlì e con il patrocinio del Presidente della Repubblica, rimarrà aperta fino al 21 Giugno quando il bassorilievo farà ritorno nella sua originaria collocazione di Castello Ursino. Si tratta del frammento, in marmo giallo, di un sarcofago databile fra il 180 e il 190 Dopo Cristo. La mostra intende ricostruire la fortuna iconografica della figura di Ulisse quale eroe paradigmatico dell’esperienza umana. Un aspetto peculiare del bassorilievo è la dimensione quasi umana del ciclope che è raffigurata con due occhi invece dell’unico grande centrale quasi a voler rendere una visione più armoniosa del mito spaventoso che conosciamo tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento