Basta razzismo anti rom in italia immediata rimozione del cartello discriminatorio nel supermercato di Catania

BASTA RAZZISMO ANTI ROM IN ITALIA immediata rimozione del cartello discriminatorio nel Supermercato di Catania A Catania, in un Supermercato di Piazza Cavour è apparso un cartello con scritta la seguente frase: "non fate le elemosina agli zingari davanti alla porta". L'Associazione Nazione Rom ha immediatamente richiesto al Contact Center di Unar Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali apertura di inchiesta ed immediata rimozione del cartello inneggiante all'odio razziale contro l'etnia Rom, un cartello altamente lesivo della dignità umana. La povertà nelle quali vivono le famiglie di etnia Rom, Sinti e Caminanti è il frutto di precise e determinate volontà politico istituzionali perseguite dalla classe dirigente che ha governato il paese negli ultimi venti anni. In Italia ci sono 10 milioni di poveri. La minoranza di etnia Rom è tra gli strati più esclusi di tutta la popolazione nazionale. Fare le "elemosina" l'unica forma di "reddito" di migliaia di persone "per non morire di fame" Il cartello affisso nel Supermercato di Catania è altamente demagogico e populista. Si inviata a non fare elemosina ad una famiglia Rom perchè guadagnerebbe piu' di un operaio: questo è falso. La Popolazione di Etnia Rom chiede da anni al Governo Italiano politiche di inclusione lavorativa: vogliamo lavorare come tutti, vogliamo vivere come tutti. E' il razzismo ad impedire la nostra inclusione, sono le scelte politico/economiche del Governo Nazionale, Regionale, Provinciale e Locale ad impedire la nostra inclusione. Il 3 giugno 2014 delegati del Consiglio Nazionale Rom hanno incontrato il Sottosegretario di Stato Franca Biondelli c/o il Ministero del Lavoro per chiedere il rispetto precisi impegni firmati in sede Europee: politiche del lavoro per tutti, nessuno escluso. Nella lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Matteo Renzi - responsabile politico ed amministrativo UNAR è stato richiesto il rispetto della direttiva europea antidiscriminazioni razziali 2000/43/Ce ed immediata implementazione della Strategia Nazionale di inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti varata dal Consiglio dei Ministri il 24 febbraio 2012 in attuazione della comunicazione n. 173 della Commissione Europea e degli accordi quadro strutturali sottoscritti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 5 aprile 2011 c/o il Consiglio Europeo a Bruxelles. E' stata inoltre richiesto al Governo Italiano, al Palamento, alla Camera ed al Senato della Repubblica di varare decreto legge attuativo della direttiva europea 2000/43/Ce rendendo UNAR effettivamente indipendente come previsto dalla Strategia Nazionale di Inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti e dalle leggi europee e nazionali in vigore. ufficio stampa e comunicazione Associazione Nazione Rom tel +39 3281962409 email nazione.rom@gmail.com

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

A Catania, in un Supermercato di Piazza Cavour è apparso un cartello con scritta la seguente frase: "non fate le elemosina agli zingari davanti alla porta". L'Associazione Nazione Rom ha immediatamente richiesto al Contact Center di Unar Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali apertura di inchiesta ed immediata rimozione del cartello inneggiante all'odio razziale contro l'etnia Rom, un cartello altamente lesivo della dignità umana. La povertà nelle quali vivono le famiglie di etnia Rom, Sinti e Caminanti è il frutto di precise e determinate volontà politico istituzionali perseguite dalla classe dirigente che ha governato il paese negli ultimi venti anni. In Italia ci sono 10 milioni di poveri. La minoranza di etnia Rom è tra gli strati più esclusi di tutta la popolazione nazionale. Fare le "elemosina" l'unica forma di "reddito" di migliaia di persone "per non morire di fame" Il cartello affisso nel Supermercato di Catania è altamente demagogico e populista. Si inviata a non fare elemosina ad una famiglia Rom perchè guadagnerebbe piu' di un operaio: questo è falso. La Popolazione di Etnia Rom chiede da anni al Governo Italiano politiche di inclusione lavorativa: vogliamo lavorare come tutti, vogliamo vivere come tutti. E' il razzismo ad impedire la nostra inclusione, sono le scelte politico/economiche del Governo Nazionale, Regionale, Provinciale e Locale ad impedire la nostra inclusione. Il 3 giugno 2014 delegati del Consiglio Nazionale Rom hanno incontrato il Sottosegretario di Stato Franca Biondelli c/o il Ministero del Lavoro per chiedere il rispetto precisi impegni firmati in sede Europee: politiche del lavoro per tutti, nessuno escluso. Nella lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Matteo Renzi - responsabile politico ed amministrativo UNAR è stato richiesto il rispetto della direttiva europea antidiscriminazioni razziali 2000/43/Ce ed immediata implementazione della Strategia Nazionale di inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti varata dal Consiglio dei Ministri il 24 febbraio 2012 in attuazione della comunicazione n. 173 della Commissione Europea e degli accordi quadro strutturali sottoscritti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 5 aprile 2011 c/o il Consiglio Europeo a Bruxelles. E' stata inoltre richiesto al Governo Italiano, al Palamento, alla Camera ed al Senato della Repubblica di varare decreto legge attuativo della direttiva europea 2000/43/Ce rendendo UNAR effettivamente indipendente come previsto dalla Strategia Nazionale di Inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti e dalle leggi europee e nazionali in vigore. ufficio stampa e comunicazione Associazione Nazione Rom tel +39 3281962409 email nazione.rom@gmail.com

Torna su
CataniaToday è in caricamento