Belpasso intitola un nuovo spazio pubblico a don Pino Puglisi

La cerimonia si è svolta in presenza dell’arcivescovo metropolita di Catania, mons. Salvatore Gristina

Lo slargo realizzato a Piano Tavola, su via Setticarraro è stato intitolato domenica a don Pino Puglisi, il prete ucciso per mano mafiosa nel quartiere palermitano di Brancaccio nel 1993. La cerimonia, preceduta da una celebrazione eucaristica nella vicina chiesa del Sacro Cuore di Gesù, si è svolta in presenza dell’arcivescovo metropolita di Catania, mons. Salvatore Gristina, che ha ricordato la figura e l’impegno antimafia di padre Puglisi, e del parroco, padre Orazio Catarraso.

A rappresentare l’Amministrazione comunale il vice sindaco, Tony Di Mauro e il consigliere Giuseppe Rocco Santonocito. Presente anche il deputato regionale Giuseppe Zitelli, che da vice sindaco del Comune di Belpasso operò insieme al sindaco Carlo Caputo con l’obiettivo di recuperare lo slargo adesso intitolato a padre Puglisi. L’area infatti era da sempre abbandonata, ridotta a sede di sporcizia e di degrado; è stata riqualificata alcuni anni fa dall’Amministrazione comunale, che ne ha ricavato un ampio parcheggio dopo aver provveduto a realizzare l’arredo urbano, le aiuole con alberi e piante e un nuovo impianto di illuminazione a led, opere che hanno ridato il giusto decoro a tutta la zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento