rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

I gestori delle pompe di carburante spegneranno l'illuminazione per protesta

Si chiede il taglio delle accise per far abbassare il costo del carburante e far ripartire il comparto

I gestori delle pompe di carburante, in attesa che si sciolgano i nodi dell’ammodernamento e del rilancio del comparto, oggi più che mai in sofferenza, chiedono che il Governo interventi immediati, dando applicazione a quanto previsto dalla legge 244/07, in tema di 'accisa mobilie' (o anticiclica). Questo consentirebbe , da una parte, di 'sterilizzare' gli aumenti dell’Iva (già oggi maggiori di 7,00 cent/lt. rispetto solo a due mesi fa) e, dall’altra, di creare un minimo di stabilità per famiglie ed operatori economici. "In attesa che arrivino dal Governo i segnali richiesti - si legge in una nota di Figisc Confcommercio Catania - le organizzazioni di categoria, nel tentativo di arginare l’aumento vertiginoso dei costi a margini invariati, hanno indetto per lunedì 14 marzo un momento di protesta invitando a spegnere l’illuminazione degli impianti in modalità self service durante le ore notturne". All'iniziativa partecipano anche i gestori della provincia di Catania aderenti alla Figisc Confcommercio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I gestori delle pompe di carburante spegneranno l'illuminazione per protesta

CataniaToday è in caricamento