Beve troppa acqua e finisce in ospedale, ricoverata al Cannizzaro nel reparto di rianimazione

Ci si può intossicare anche per aver bevuto troppa acqua. E' quanto sarebbe successo ad una donna catanese di 66 anni

Ci si può intossicare anche per aver bevuto troppa acqua. E' quanto sarebbe successo ad una donna catanese di 66 anni. "La paziente è entrata in Pronto Soccorso in codice rosso giorno 5 febbraio sera, tramite 118, in stato soporoso. I medici hanno compreso subito la gravità e, dopo visita anestesiologica e neurologica, è iniziata la terapia della correzione dei valori, che erano estremamente fuori norma. L'indomani la paziente è stata ricoverata nel reparto di Anestesia e Rianimazione, dove la terapia è proseguita. Oggi le condizioni si sono riequilibrate e nei prossimi giorni la donna potrà essere dimessa dalla Rianimazione", fanno sapere dall'ospedale Cannizzaro.

La donna avrebbe cominciato una cura per disintonssicarsi su impulso del suo chiropratico, un noto professionista americano P.R. che da anni esercita a Catania, come riporta L'Urlo.

8 litri di acqua al giorno per tre giorni, digiuno totale ed un peso di 5 kg da posizionare quotidianamente, per un certo lasso di tempo, sopra lo stomaco. Questa la cura prescritta dal medico che avrebbe dovuto purificare il corpo intossicato dai tanti medicinali ingeriti a causa dei dolori muscolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento