Biancavilla, rapina alla Banca Credem: colpo da 1500 euro

Il colpo è avvenuto in pieno giorno, quando all'interno dell'istituto vi erano i clienti. I due hanno agito a volto scoperto, senza paura di essere riconosciuti. Al vaglio degli investigatori vi sono i filmati delle telecamere a circuito chiuso

Ieri, intorno a mezzogiorno due malviventi hanno assaltato la Banca Credem di Biancavilla. Il colpo è avvenuto in pieno giorno, quando all’interno vi erano i clienti. I due, hanno agito a volto scoperto, senza paura di essere riconosciuti.

I rapinatori hanno minacciato uno dei cassieri con un taglierino e si sono fatti consegnare il bottino: 1500 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La coppia di criminali si è poi, allontanata fuggendo a piedi tra le vie del centro storico di Biancavilla e facendo perdere le proprie tracce. Sul posto, sono giunti i carabinieri della locale stazione allertati dal personale della banca: al vaglio degli investigatori vi sono i filmati delle telecamere a circuito chiuso collocate all’interno dell’istituto di credito di piazza Collegiata. I militari hanno anche raccolto alcune testimonianze tra i presenti alla rapina per ricostruire l’identikit dei due.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento