Biancavilla, due cugini si prendono a sassate per l’eredità: denunciati

Hanno confessato di essersi picchiati e colpiti, anche attraverso il lancio di sassi, per beghe familiari legate a questioni di eredità. Dopo essere stati medicati i contendenti sono stati dimessi e giudicati guaribili in una ventina di giorni

I carabinieri della stazione di Biancavilla hanno denunciato due cugini biancavillesi  R.A. e R.V., rispettivamente di anni 45 e 28, per lesioni personali aggravate. 

Erano giunti all’Ospedale di Biancavilla con i volti insanguinati e parecchio malconci cosa da destare nel personale sanitario forti dubbi sulle cause delle ferite.

Per tale ragione sono stati avvertiti i Carabinieri di Paternò che hanno ricostruito i fatti che avevano causato il ferimento dei due uomini. 

Difatti i due, messi alle strette,  hanno confessato di essersi picchiati e colpiti, anche attraverso il lancio di sassi,  per beghe familiari legate a questioni di eredità. Dopo essere stati medicati i contendenti sono stati dimessi e giudicati guaribili in una ventina di giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento