Biancavilla, il sindaco invoca l'intervento del Prefetto di Catania

Dopo l'escalation criminale che ha stretto l'intera popolazione nella morsa della paura, Giuseppe Glorioso, primo cittadino del comune etneo, lancia l'allarme: "L'emergenza sicurezza mi impone di chiedere un intervento forte e incisivo da parte dello Stato"

Dopo i continui omicidi di matrice mafiosa che hanno racchiuso in una morsa di paura gli abitanti di Biancavilla, parla il sindaco Giuseppe Glorioso: ''Dopo l'ennesimo fatto di sangue accaduto a poche ore dal precedente nella mia Città, sento il dovere di manifestare tutta la mia preoccupazione e un particolare sentimento di allarme. L'escalation criminale e la conseguente emergenza sicurezza mi impongono di chiedere un intervento forte e incisivo da parte dello Stato".

Le parole del primo cittadino arrivano in seguito all'omicidio mafioso del giovane Nicola Gioco che ha seguito di appena due giorni l'uccisione del 63enne Agatino Bivona. "Pur riconoscendo l'importante lavoro compiuto dalle Forze dell'Ordine presenti in Città - ha aggiunto Glorioso - ritengo improcrastinabile una seria attività di controllo e prevenzione nel territorio ai fini di un pronto ripristino della legalità e di stop alla violenza. Ho comunicato e rappresentato al nostro Prefetto la terribile situazione che vive Biancavilla''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento