menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biancavilla: “Youth without Borders – Giovani senza Frontiere”

Per un mondo più verde: partito a Biancavilla il progetto di scambi culturali tra giovani europei dedicato alla sostenibilità ambientale: 42 giovani provenienti da 5 paesi europei, impegnati a Biancavilla fino 21 giugno 2012

“L’umanità ha la possibilità di rendere sostenibile lo sviluppo, cioè di far sì che esso soddisfi i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di rispondere ai loro”. Questa è la famosa definizione della sostenibilità ambientale elaborata nel 1987 dalla Commissione mondiale sull’Ambiente e lo Sviluppo, e proprio il tema di un futuro sostenibile, che guardi con attenzione all’ambiente, è al centro del progetto “Youth without Borders – Giovani senza Frontiere” partito ufficialmente ieri, 14 giugno, a Biancavilla.
 
42 giovani provenienti da 5 paesi europei, Italia, Turchia, Lettonia, Polonia e Romania, impegnati a Biancavilla dal 14 al 21 giugno 2012 in uno scambio internazionale multilaterale grazie a un progetto promosso dall’associazione Tempo Utile e dalla Pro Loco di Biancavilla, finanziato dall’Agenzia nazionale dei Giovani e dalla Regione siciliana con il patrocinio del Comune di Biancavilla.
 
Nel corso del progetto i 42 giovani europei saranno impegnati in workshops sulla sostenibilità ambientale, che al termine produrranno una ‘guida verde’ al cui interno saranno definite le proposte e gli obbiettivi per una completa integrazione delle politiche ambientali con quelle economiche e sociali.

 
Il presidente della Pro Loco di Biancavilla, Giulia Galizzia, ha sottolineato “l’importanza di progetti come Youth without Borders che permetterà a numerosi giovani europei di conoscere le meraviglie del territorio biancavillese con ripercussioni sicuramente positive per l’immagine di Biancavilla e per il comparto turistico”.  Salvo La Venia, responsabile del progetto per l’associazione Tempo Utile, ha invece posto l’accento sull’opportunità che ai giovani è concessa di accedere ai fondi europei “quando si presentano progetti seri e di rilevanza che poi si tradurranno in effetti positivi non solo per i giovani stessi ma per l’intera comunità.”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento