menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, il sindaco Bianco convoca una tavola rotonda con l'assessore Gucciardi

Si è parlato anche delle aggressioni nei pronto soccorso, dei lavori al San Marco, delle stabilizzazioni dei precari e dell'ospedale di Giarre

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha convocato due diverse riunioni sui temi della politica sulla salute con la partecipazione dell'assessore regionale Baldo Gucciardi, del presidente della commissione sanità dell'ars, Pippo Digiacomo, dei vertici delle aziende e delle organizzazioni sindacali. "L'assessore Gucciardi - ha detto il sindaco Bianco - ha ancora una volta dimostrato grande sensibilità e attenzione per Catania, onorando l'impegno di un altro incontro doppo quello avvenuto sempre a Palazzo degli Elefanti lo scorso 17 settembre. Con lui abbiamo discusso dei problemi, valutando idee e proposte, analizzando lo stato di fatto e valutando quel che ci attende nel prossimo futuro".

ll sindaco Bianco ha chiesto all’assessore Gucciardi di riferire sullo status della rete sanitaria e sui tempi di approvazione, di esporre quanto messo in atto in riferimento alle ripetute aggressioni che si sono verificate nei pronto soccorso di recente e di fare il punto sulla situazione dell’ospedale S. Marco, del Pronto Soccorso del Policlinico e della ristrutturazione del pronto soccorso del Garibaldi. Infine Bianco ha chiesto all’assessore di intervenire sulle liste d’attesa e sulla nascita di un centro unificato di prenotazioni per l’area metropolitana di Catania.

Gucciardi ha spiegato che la rete è già allo studio degli esperti del ministro e che entro questo mese di febbraio dovrebbe essere definitivamente approvata. L’assessore ha poi precisato che a Catania ci saranno tre "dea" di II livello (Garibaldi, Cannizzaro e Vittorio Emanuele), proprio per la grande attenzione che si è voluto dare al settore dell’emergenza. Infine si è soffermato su Giarre, facendo seguito ad un'esplicita richiesta del sindaco Bianco che nei giorni scorsi aveva incontrato il primo cittadino cel comune ionico, dicendo che è stato fatto il massimo possibile, pensando alla soluzione di un “ospedale riunito” insieme a quello di Acireale, allo scopo di conservare e potenziare una struttura per acuti. Questa soluzione, secondo Gucciardi, sarebbe la migliore possibile perche si scongiura la chiusura e l’accorpamento con altri ospedali.

Per quanto riguarda la questione dell’ospedale S. Marco, l’assessore ha proposto un tavolo permanente (una sorta di unità di crisi) composta da tutte le istituzioni territoriali per seguire i percorsi da seguire fino all’apertura definitiva. In questo momento la struttura è in fase di consegna e si sta procedendo ai collaudi. Per ciò che riguarda l’apertura del pronto soccorso del Policlinico, Gucciardi ha sottolineato che occorre trovare una convergenza e possibilmente una contemporaneità con l’apertura del S. Marco e con il rafforzamento del Garibaldi Centro, che subirà inevitabilmente un incremento di accessi alla chiusura del Vittorio Emanuele.

Sul tema aggressioni, l’assessore ha sottolineato l’importanza di rafforzare la medicina territoriale (i medici di famiglia) e i pta (punti territoriali di assistenza) per sgravare i pronto soccorso di tanti interventi che non dovrebbero effettuare. In questa prospettiva occorre migliorare anche l’azione di comunicazione, per un cambio culturale dei cittadini.

I sindacati hanno chiesto notizie sulle stabilizzazioni ed i nuovi concorsi. L'assessore Gucciardi ha risposto che, dopo la proroga delle graduatorie esistenti, che ha di fatto permesso di sopperire alla mancanza di interventi, si procederà innanzitutto con la stabilizzazione dei precari mentre per i concorsi occorre aspettare il completamento della rete.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento