Aggressione al cimitero: Bianco e Giacalone sporgono denuncia

Dopo averlo annunciato il presidente della Multiservizi Giovanni Giacalone e il sindaco Enzo Bianco hanno sporto denuncia contro gli ignoti che hanno preso a colpi di bastone i due lavoratori

Ieri mattina il presidente della Multiservizi Giovanni Giacalone e il sindaco Enzo Bianco hanno sporto denuncia contro gli ignoti che hanno preso a colpi di bastone, giorno 11 settembre scorso, due dipendenti della partecipata che, in osservanza di un'ordinanza del primo cittadino, hanno dovuto chiudere al pubblico l'accesso al camposanto. Come spiega Giacalone a CataniaToday, i lavoratori, dopo aver invitato le persone ad uscire "sono stati colpiti più volte con un bastone ma, nonostante fossero feriti, si sono fatti medicare dal 118 davanti al cimitero e non sono andati in ospedale".

La posizione di Multiservizi e del Comune

"Oggi fortunatamente stanno bene - spiega ancora il presidente - ma è comunque stato un atto di violenza inaccettabile, al di fuori di qualsiasi tipo di regola. La nostra presenza sarà sempre costante - agggiunge - Abbiamo scelto di denunciare proprio per fare vedere che non arretreremo di un passo". Supporto e solidarietà alle vittime della violenza arriva anche dal Comune di Catania attraverso le parole del vicesindaco Marco Consoli che, intervistato da CataniaToday, chiarisce la volontà dell'amministrazione di "non lasciare sola la Multiservizi". 

"Seguiremo da vicino tutta la vicenda anche grazie all'ottimo rapporto che abbiamo con la Questura - chiarisce Consoli - Per il resto ci sono dei bollettini meteo che vanno rispettati, proprio per motivi di pericolosità, e se c'è un'emergenza non possiamo avvertire un giorno prima ma dobbiamo, al contrario, agire immediatamente". 

L'antefatto 

A dare la notizia era stato il sindaco Enzo Bianco su Facebook. Il primo cittadino aveva parlato di "un nuovo, grave, inaccettabile episodio di violenza verso dipendenti comunali che volevano far rispettare le regole!". "A seguito dell'allerta meteo che segnalava il rischio di fortissimi venti anche a Catania, con rischio di caduta rami - spiegava - ho emesso una ordinanza con chiusura nel pomeriggio di ieri dei Parchi cittadini e del Cimitero".

"Proprio al cimitero due dipendenti della Catania Multiservizi che stavano facendo rispettare l'Ordinanza, sono stati selvaggiamente aggrediti da alcune persone che non volevano uscire" ha continuato Bianco che ha aggiunto di voler "presentare denuncia", insieme ai vertici di Multiservizi. "Spero che anche stavolta i responsabili siano individuati - concludeva Bianco - È difficile far rispettare le regole nella nostra città. Una minoranza arrogante e incivile resiste e reagisce ma con l'aiuto delle forze di polizia e della Magistratura ce la faremo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

Torna su
CataniaToday è in caricamento