rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Carceri Bicocca, detenuto appicca incendio alla propria cella

A dare la notizia il sindacato Osapp. La tragedia sarebbe stata sventata, dichiara Nicotra, segretario generale aggiunto dell'Osapp, "grazie alla professionalità della Polizia Penitenziaria che assicura il mantenimento dell'ordine". "Carenza altissima di ispettori e sovrintendenti" tuona invece il sgeretario

Un detenuto classificato "Alta Sicurezza", catanese e di circa 40 anni, con accertati problemi psichici ha dato fuoco alla propria cella nel carcere di Bicocca. A dare la notizia il sindacato Osapp. "Come sempre è la professionalità della Polizia Penitenziaria che assicura il mantenimento dell'ordine, la sicurezza e la disciplina nelle patrie galere." dichiara il segretario generale aggiunto dell'Osapp, Domenico Nicotra.

"Solo il pronto intervento dell'Agente di sezione, supportato da quel poco di personale disponibile a fronte di una sovraffollamento che conta circa 240 detenuti presenti (30% in più della capienza) ha evitato che la situazione degenerasse."

"Infatti, aggiunge Nicotra, grazie al tempestivo intervento si è potuto evitare che le fiamme di propagassero, mentre nel frattempo e a causa dell'elevato fumo generatosi è stato necessario evacuare temporaneamente la sezione per evitare danni alla salute della popolazione detenuta."

"Nel carcere di Catania "Bicocca", prosegue Nicotra, la carenza è altissima, ancor più acuita per quanto riguarda  la presenza di  Ispettori e Sovrintendenti,  ed oggi si può parlare di un pericolo scongiurato solo grazie all'altissima professionalità degli agenti in servizio." "Si spera, conclude il leader dell'Osapp, che questa grave carenza venga colmata, almeno in parte, in occasione delle prossime assegnazioni di Ispettori di Polizia Penitenziaria."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carceri Bicocca, detenuto appicca incendio alla propria cella

CataniaToday è in caricamento