Bicocca, i ragazzi dell'Ipm a scuola di protezione civile e primo soccorso

Un gruppo di giovani del carcere minorile ha potuto apprendere nozioni di protezione civile e primo soccorso grazie ad un corso del Fir

Un gruppo di ragazzi, reclusi nell’Istituto penale per minorenni di Bicocca, ha potuto apprendere nozioni di protezione civile e di primo soccorso grazie all’attività promossa dal Fir – Forza intervento rapido, coordinamento regionale che ha sede a Catania. Una decina di volontari, appartenenti a diverse associazioni aderenti al Fir, con il sostegno del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo e in accordo con la direzione dell’Ipm, hanno tenuto nei giorni scorsi due incontri cui hanno preso parte venti ragazzi di varia età. I partecipanti hanno aderito con entusiasmo alla proposta e sono stati accompagnati dai tutor della struttura carceraria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I volontari, esperti in materia, hanno spiegato agli attenti discenti come praticare il “Bls” supporto di base delle funzioni vitali, anche attraverso prove di rianimazione cardio polmonare su manichini e la proiezione di slide di rianimazione; hanno illustrato le norme comportamentali in caso di emergenza e le attività antincendio, effettuando prove di spegnimento con un vero mezzo antincendio; e hanno illustrato il ruolo del volontariato in questi scenari. «Non ci risultano altre esperienze simili di protezione civile all’interno di un carcere minorile – dice il presidente del Fir, Tony Gaziano – ma al di là di questo nostro primato siamo soddisfatti del lavoro svolto perché siamo riusciti a trasmettere il senso di partecipazione civica ai ragazzi». L’attività fa parte di un più ampio progetto del Csve, che punta l’attenzione su giovani e adulti reclusi in istituti di pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento