Presentato il bilancio della Guardia di Finanza: oltre 270 interventi nel 2014

Gli uomini delle fiamme gialle hanno eseguito oltre 270 interventi, tra indagini di polizia giudiziaria e controlli di natura amministrativa, constatando irregolarità nell’assegnazione di appalti per quasi 10 milioni di euro e segnalato alla Corte dei Conti danni erariali per 27 milioni di euro

E' stato presentato il bilancio delle attività svolte nello scorso anno dalla Guardia Di Finanza di Catania. Gli uomini delle fiamme gialle hanno eseguito oltre 270 interventi, tra indagini di polizia giudiziaria e controlli di natura amministrativa, constatando irregolarità nell’assegnazione di appalti per quasi 10 milioni di euro e segnalato alla Corte dei Conti danni erariali per 27 milioni di euro. Scoperte inoltre indebite percezioni per 32,3 milioni di euro e 5,5 milioni di euro di contributi illecitamente richiesti, ma non ancora erogati, a fronte di un importo complessivo sottoposto a controllo pari a circa 51 milioni di euro. Nello stesso contesto sono stati deferiti alle Autorità Giudiziarie catanese e calatina oltre 1600 persone, con una percentuale di irregolarità del 61%, in incremento di 16 punti rispetto al dato 2013.

Denunciati 88 soggetti per reati contro la pubblica amministrazione, di cui 15 tratti in arresto, per episodi di corruzione e concussione, peculato, abuso d’ufficio e violazioni alla normativa sugli appalti. Tra i principali servizi, l’operazione “Terra bruciata” condotta dalla Compagnia Caltagirone, relativa a un’associazione a delinquere finalizzata alla illecita percezione di aiuti comunitari all’agricoltura, che ha portato all’arresto di 13 soggetti e all’accertamento di oltre 1,5 milioni di euro di finanziamenti illecitamente richiesti e/o percepiti.

Nel corso del 2014, sono stati svolti 492 accertamenti patrimoniali nei confronti di soggetti appartenenti al clan mafiosi, sottoposti a sequestro beni per un valore di oltre 91 milioni di euro ed effettuate proposte di ulteriori provvedimenti ablatori per 484 milioni di euro. Al riguardo, tra gli altri servizi di rilievo, ll’operazione “Scarface” nei confronti del clan mafioso Mazzei, con l’arresto di 11 soggetti e il sequestro di beni e disponibilità finanziarie per oltre 65 milioni di euro, e il sequestro di beni nei confronti della famiglia Bosco per oltre 10 milioni di euro.

Per quanto riguarda i traffici di droga, la Guardia di Finanza di Catania ha sequestrato oltre 2,6 tonnellate di stupefacenti, di cui 2.500 kg di marijuana, traendo in arresto 40 responsabili. Nel più ampio contesto di repressione dei fenomeni del riciclaggio e dell’investimento nei circuiti dell’economia legale dei proventi illeciti e dei reati societari e fallimentari, i finanzieri hanno sviluppato indagini su 229 segnalazioni per operazioni sospette, con un incremento, rispetto al 2013, del 60%. Denunciati 23 soggetti per i reati di riciclaggio e usura, di cui 5 tratti in arresto. Di particolare rilievo in questo contesto è stata la definizione delle indagini per bancarotta fraudolenta che hanno determinato il sequestro preventivo dei due noti alberghi di lusso catanesi “Romano Palace Luxury Hotel” e “Hotel Romano House”, per un valore di circa 35 milioni di euro, e la conclusione dell’operazione “Civita” nei confronti di un sodalizio composto da soggetti pluripregiudicati catanesi dediti all’estorsione e all’usura con l’applicazione di tassi di interesse superiori al 160%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mancano i risultati nel contrasto al mercato del falso. Sono stati 132 i responsabili denunciati (in sensibile aumento rispetto al 2013) per violazioni connesse alla contraffazione. Le attività investigative hanno consentito di sequestrare 4,5 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi per la salute pubblica. In questo contesto, l’operazione di maggiore rilevanza è stata quella, denominata “fiume giallo” nei confronti di alcuni imprenditori cinesi che rivendevano prodotti contraffatti e insicuri, culminata con il sequestro di un intero deposito in cui erano custoditi circa 4 milioni di prodotti.  Di grande rilievo, infine, le attività condotte dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi, che hanno permesso, nell’anno trascorso, di salvare 35 persone in 14 interventi eseguiti sul vulcano Etna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento