Bimbo in asfissia: manca l'elisoccorso per trasferirlo in ospedale, è grave

Un bimbo di nove anni è stato trovato in casa quasi soffocato, a Randazzo. Le operazioni di soccorso sono state rallentate dall'assenza temporanea dell'elisoccorso: è stato trasferito, in condizioni di sicurezza, ventilato meccanicamente, in autoambulanza

Un bimbo di nove anni è stato trovato in casa quasi soffocato, a Randazzo. Le operazioni di soccorso sono state rallentate dall’assenza temporanea dell’elisoccorso. Il bimbo è giunto ieri sera al pronto soccorso dell’Ospedale di Bronte, intorno alle 22.30, in arresto cardio-respiratorio. Presentava midriasi bilaterale fissa ed una evidente fascetta ecchimotica al collo. Il bimbo è stato immediatamente rianimato dai medici, con il supporto di un medico pediatra.

Verificata l’impossibilità di ricorrere all’elisoccorso, è stato trasferito, in condizioni di sicurezza, ventilato meccanicamente, in autoambulanza di rianimazione, presso la Rianimazione Pediatrica del “Garibaldi” di Nesima.

“L’intervento al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Bronte è stato rapido - afferma il commissario straordinario dell’Asp Catania Gaetano Sirna - sono state rispettate tutte le procedure previste. Il bimbo è stato rianimato tempestivamente. Il suo cuore ha ripreso a battere in ospedale. Attendiamo fiduciosi il suo pronto recupero per la positiva soluzione di un dramma che sconvolge e addolora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento