Sopralluogo nella villa di Mascalucia, acquisite immagini delle telecamere

Sarà eseguita domani l'autopsia sul piccolo di 18 mesi morto due giorni fa, dopo essere stato sbranato da uno dei due dogo argentini di famiglia

Sarà eseguita domani l'autopsia sul piccolo di 18 mesi morto due giorni fa dopo essere stato sbranato da uno dei due dogo argentini che la sua famiglia aveva nella loro villetta di Mascalucia, nel catanese. La madre, che ha detto tramite il suo legale di essere con lui al momento dell'aggressione, è indagata per omicidio colposo.

La donna di 34 anni - rende noto l'Ansa - si è avvalsa della facoltà di non rispondere all'interrogatorio disposto dal sostituto procuratore di Catania, Fabrizio Aliotta, che la sentirà nei giorni successivi all'esame medico legale. Proseguono intanto le indagini dei carabinieri, coordinate dal procuratore Carmelo Zuccaro, che hanno eseguito un sopralluogo nella villetta e acquisito le riprese di alcune telecamere di sicurezza, che sono state affidate all'analisi al Ris dell'Arma di Messina, ma che, secondo quanto si è appreso, non sarebbero visibili. Non è escluso che per questo la Procura richieda un esame tecnico sui filmati, attraverso un atto irripetibile come un incidente probatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento