menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz antidroga a San Cristoforo, smantellato centro di spaccio del clan Cappello-Bonaccorsi

Nella casa di un pregiudicato agli arresti domiciliari, in via Santa Maria delle Salette, si trovava il centro di gestione dei flussi di droga e denaro dell'organizzazione mafiosa con a capo il boss Salvatore Massimiliano

Blitz antidroga nel popolare quartiere di San Cristoforo. Oltre 50 carabinieri, tra Catania, Palermo e Siracusa hanno arrestato otto persone per detenzione e traffico di stupefacenti per conto del Cappello-Bonaccorsi, legati in particolare al boss Salvatore Massimiliano. 

I nomi degli arrestati

Le indagini hanno consentito di accertare l’esistenza di un’organizzazione il cui referente era Giovanni Geraci che agiva con la collaborazione diretta di Salvatore Panassiti che nonostante fosse agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in via Santa Maria delle Salette, rappresentava un punto di riferimento logistico importante per le riunioni del gruppo e per il passaggio di denaro, droga, documenti di interesse.

L'attività investigativa avviata proprio dopo il ritrovamento in casa di Panassiti di cocaina, denaro e un “libro mastro” contenente appunti relativi alla gestione dei flussi di denaro e alla distribuzione della droga nelle piazze di spaccio di pertinenza del clan, hanno consentito - tramite appositi servizi di osservazione, controllo e pedinamento, video-riprese, intercettazioni e riscontri specifici con sequestri di sostanze stupefacenti - di accertare la presenza di un forte vincolo conl’organizzazione mafiosa Cappello-Bonaccorsi, sottolineata anche  da dichiarazioni di collaboratori di giustizia.

Le immagini del blitz - Video

Nel corso di questa indagine sono stati tratti in arresto per detenzione e spaccio di stupefacenti, nonché per detenzione di un’arma clandestina da guerra, quattro degli odierni indagati e contestualmente sono stati sequestrati circa 40 grammi di cocaina (in parte “pura” e in parte già “tagliata” per essere venduta al dettaglio)cinque chili marijuana, oltre che somme di denaro, guadagno dell’attività illecita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento