rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca San Nullo / Via Ustica

Smantellata piazza di spaccio in via Ustica, giro d'affari da 10 mila euro al giorno

Gli agenti della squadra mobile della Questura hanno eseguito, nel corso dell'operazione denominata "Mezzaluna", 34 arresti. La vendita è stata ripresa da telecamere nascoste della polizia e dove non è stato possibile installarle sono entrati in azione agenti sotto copertura

Massiccia operazione antidroga della polizia nel rione San Giovanni Galermo di Catania. Gli agenti della squadra mobile della Questura hanno eseguito 34 arresti (30 in carcere, 3 ai domiciliari e un obbligo di dimora) per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio. L’operazione Mezzaluna, denominata in questo modo in ragione della particolare conformazione a semicerchio di via Ustica, colpisce - per la prima volta in un’operazione complessiva - l’organizzazione criminale e la piazza di spaccio tra le più antiche della città, la cui operatività risale ai primi anni '90.

Operazione "Mezzaluna", parla il dirigente della squadra mobile di Catania | Video

Giro d’affari da 10 mila euro al giorno

Nel corso delle indagini, sviluppate tra ottobre 2019 e agosto 2020, è stato accertato che lo smercio delle sostanze stupefacenti si svolgeva sulla base di cinque turni, suddivisi per luoghi e distribuiti su diverse fasce orarie, alcune concomitanti, sia in strada che all’interno di alcune abitazioni fortificate gestite dall’organizzazione e stabilmente dedicate all’attività illecita, che operava anche durante il periodo di lockdown.

Le modalità dello spaccio

A capo della zona, secondo gli inquirenti, erano Vito Claudio Gangi, Concetto Renato Consoli e Carmelo Ventaloro. Il giro d’affari che interessava il gruppo criminale era di almeno di 10 mila euro al giorno, che confluivano nella casa comune del gruppo criminale. L’inchiesta ha, inoltre, permesso di ricostruire i canali di approvvigionamento che avvenivano avvalendosi di contatti con trafficanti calabresi. In particolare, nel giugno del 2020, nel porto di Messina gli agenti arrestavano il corriere Salvatore Giuffrida mentre sbarcava dal traghetto proveniente da Villa San Giovanni, trovando all’interno della vettura cinque chili di cocaina destinata alla piazza di via Ustica.

Video | I panettoni regalati ai clienti

Tecniche innovative e agenti sottocopertura

Nonostante la particolare conformazione della zona, le barriere e le fortificazioni allestite dall’organizzazione, gli agenti della sezione antidroga sono riusciti a documentare innumerevoli cessioni di sostanze stupefacenti da parte dei pusher ai vari acquirenti, grazie a strumenti di investigazione innovativi. Sono stati, inoltre, impiegati agenti sotto copertura che per mesi hanno acquistato cocaina e mairjuana filmando le cessioni e i volti dei pusher che si alternavano nei turni di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smantellata piazza di spaccio in via Ustica, giro d'affari da 10 mila euro al giorno

CataniaToday è in caricamento