Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

I carabinieri hanno fatto irruzione in una palazzina di via Piombai bloccando tutti i soggetti coinvolti nell'attività di spaccio: a guardia della droga nascosta c'erano un pitbull e un dogo argentino particolarmente aggressivi

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante, coadiuvati dai colleghi della Stazione, della Compagnia d’Intervento Operativo del XII° Reggimento Sicilia e del Nucleo Cinofili di Nicolosi, hanno arrestato il 29enne Alfio Di Martino, la convivente 24enne Silvia Maugeri, il 31enne Giuseppe Spampinato e il 42enne Domenico Marchese, tutti catanesi e ritenuti responsabili nel concorso in spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Al termine di una attività info investigativa, supportata da servizi di osservazione e pedinamento, grazie al quale si è potuto comprendere il sistema utilizzato dal quartetto per piazzare la cocaina alla clientela, i militari hanno fatto irruzione in una palazzina di via Piombai riuscendo a bloccare i resposponsabili, tutti impegnati nell’attività illecita con mansioni ben definite (addetto al confezionamento, vedetta pusher e cassiere). Durante la perquisizione dell'edificio, protetto da un impianto di videosorveglianza esterna, i carabinieri hanno trovato due cani di grossa taglia, un pitbull e un dogo argentino particolarmente aggressivi, lasciati a guardia della droga ritrovata in un anfratto del terrazzo. I militari hanno rinvenuto un involucro di plastica contenente 53 grammi di cocaina in pietra, 5 cartucce calibro 20, un bilancino elettronico di precisione, nonché del materiale utile al confezionamento delle dosi di stupefacente da porre in vendita. Nel proseguo dell’operazione, i carabinieri hanno perquisito la borsa della donna all’interno della quale sono stati rinvenuti circa 7 mila euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. Droga, denaro e materiale sono stati sequestrati, mentre gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento