Blitz sui Nebrodi, colpo alla mafia di Tortorici: tra loro anche catanesi

Ventitré le persone arrestate, tra cui sedici finite direttamente in carcere e sette ai domiciliari, con le accuse di associazione a delinquere, estorsione, traffico e spaccio di droga nella zona tirrenica e nebroidea

foto Ansa

Scatta a pochi giorni di distanza dall’attentato al Presidente dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, l’operazione "Senza Tregua" che, questa mattina, ha dato un duro colpo al clan mafioso dei Bontempo Scavo, a Tortorici.

Ventitré le persone arrestate, tra cui sedici finite direttamente in carcere e sette ai domiciliari, con le accuse di associazione a delinquere, estorsione, traffico e spaccio di droga nella zona tirrenica e nebroidea.

Tra loro anche catanesi. Custodia cautelare in carcere per Francesco Costanzo, di Bronte, Luca Destro Pastizzaro di Bronte, Antonio Foraci detto “u calabrisi” di Zafferana Etnea, Sebastiano Galati Rando di Bronte e Vincenzo Rosano di Adrano, attualmente già detenuto. Tra i catanesi finiti ai domiciliari, Carmelo Imbarrato di Biancavilla. Antonino Foraci, detto “u calabrisi” è l’uomo intorno a cui ruota il blitz antimafia “Senza tregua”. 

L’indagine ha avuto inizio con l'arresto, effettuato nel 2013 dalla polizia, di quattro giovani tortoriciani durante un tentativo di estorsione ai danni di un nightclub nel centro paladino.

Nel corso delle prime intercettazioni emergeva che il nuovo boss di Tortorici era Antonio Foraci detto “U calabrisi”. Nelle successive indagini dei poliziotti di Capo d’Orlando, coordinate dalla DDA di Messina, è stato possibile raccogliere, attraverso una complessa attività svolta con l’ausilio di servizi di intercettazione telefonica ed ambientale, significativi elementi probatori a carico di alcuni soggetti. Scoperta così una struttura mafiosa pienamente operativa nel territorio dei Nebrodi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento