Comitato Viva la costituzione: "un bomb jammer per Di Matteo"

Questa mattina in Prefettura una decina di attivisti hanno effettuato un ennesimo volantinagio per sensibilizzare l'opinione pubblica sui pericoli che mettono a repentaglio l'operato dei magistrati antimafia

"Nelle maggiori città italiane oggi in contemporanea si stanno svolgendo diversi sit in per chiedere che le auto di scorta ai magistrati antimafia gravemente minacciati dagli uomini delle cosche come il Pm Antonino Di Matteo siano dotate di un sistema 'bomb jammer', in grado di azzerare le frequenze dei telecomandi di congegni esplosivi. Il 3 dicembre il ministro dell'interno Alfano aveva  promesso a Salvatore Borsellino che questo congengo sarebbe stato consegnato in dotazione al magistrato palermitano, ma ad oggi non è stata mantenuta la parola data". Questa la richiesta avanzata dal comitato portavoce del comitato catanese Viva la Costituzione Emanuele Ungari, presente questa mattina in Prefettura insieme ad una decina di attivisti che hanno effettuato un ennesimo volantinagio per sensibilizzare l'opinione pubblica sui pericoli che mettono a repentaglio l'operato dei magistrati antimafia.

"Non posso ritenermi affatto soddisfatto per il proscioglimento del Csm - ha dichiarato all' Adnkronos il pm Di Matteo commentando la decisione della sezione disciplinare del Csm di prosciogliere il pm della trattativa tra Stato e mafia- perchè, a mio parere, è sufficiente leggere la richiesta di proscioglimento del Procuratore generale per capire che questo procedimento non doveva mai essere avviato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Csm aveva avviato un procedimento a carico del magistrato a marzo dello scorso anno per un'intervista rilasciata a un quotidiano in cui aveva parlato dell'esistenza delle telefonate tra l'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino e il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento