Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Boschetto della Plaia, intervengono i 5 Stelle: "Catania affoga nel cemento"

I pentastellati dicono no alla vendita del terreno pubblico, da parte dell'agenzia del Demanio

Potrebbero bastare 26 mila euro per aggiudicarsi un’area di quasi 7000 mila metri quadrati del boschetto della Playa, che sta per essere svenduta dall’Agenzia del Demanio. Sulla vicenda è già intervenuto il sindaco di Catania Salvo Pogliese, che ha definito 'sbagliata' questa decisione. "Il boschetto della Playa, oggi area ecologicamente protetta, dopo un lungo periodo di abbandono è stato recuperato e trasformato in un parco fruibile, frequentato da cittadini e turisti, anche se recentemente sembra essere tornato in condizioni di degrado dopo il misterioso incendio dell’11 luglio". Questo il commento del Movimento 5 Stelle catanese, che critica la scelta di vendere un bene pubblico cittadino.

"Perché svendere il patrimonio del Demanio dello Stato? In un'area - si chiedono - storicamente preda di appetiti economici e tentativi di cementificazione e speculazione edilizia. Catania è una città che affoga nel cemento, mancano due milioni di metri quadrati di verde secondo gli standard urbanistici, e questa condizione sembra destinata a non cambiare” precisa il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Graziano Bonaccorsi, che ha denunciato per primo ‘l’anomalia’ di questa assurda svendita, che altrimenti sarebbe passata sotto silenzio. Faremo di tutto per comprendere come negli uffici del Demanio possa essere stata presa questa decisione e ci attiveremo, attraverso i nostri portavoce a Roma, per bloccare questo oltraggio ad una delle nostre più importanti aree verdi protette. Che deve restare un bene comune, fruibile da tutti i cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boschetto della Plaia, intervengono i 5 Stelle: "Catania affoga nel cemento"

CataniaToday è in caricamento