rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Bosco è il nuovo assessore alle Infrastrutture nel governo Crocetta

Bosco, già assessore nella giunta di Enzo Bianco a Catania, prende il posto di Giovanni Pistorio, che si è dimesso nei giorni scorsi

 L'ingegnere Luigi Bosco è il nuovo assessore alle Infrastrutture nel governo Crocetta. Il presidente della Regione Siciliana ha firmato il decreto di nomina. Bosco, già assessore nella giunta di Enzo Bianco a Catania, prende il posto di Giovanni Pistorio, che si è dimesso nei giorni scorsi.

"Cento giorni sono pochi e sono molti, si può fare tanto se si riesce a fare squadra. Cercherò di fare del mio meglio a fianco del presidente Crocetta, sono sempre stato con lui e ora mi ha chiamato per un compito importante. Ovviamente lascio la giunta del sindaco Enzo Bianco, con cui ho avuto la fortuna di collaborare e gliene sono grato", dichiara Bosco che è stato presidente dell'ordine degli ingegneri a Catania.

Nella giunta di Enzo Bianco, dove è entrato in rappresentanza del 'Megafono', ha avuto le deleghe ai lavori pubblici, all'energia e alla protezione civile. "Sono arrivato in politica tardi - sottolinea - do merito al presidente Crocetta di aver svolto in questi anni un gran lavoro, così come ha fatto Bianco a Catania. Purtroppo all'esterno viene data una immagine diversa di Crocetta e del lavoro che ha portato avanti, i risultati che ha ottenuto sono ben più rilevanti di quelli che vengono percepiti". 

Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha espresso "un sincero e affettuoso ringraziamento" a Luigi Bosco che "in questi quattro anni ha fatto un lavoro positivo, condotto con competenza e qualità; affrontando questioni importanti per la vita della città come il progetto del nuovo Tondo Gioeni, il canale di gronda, la sicurezza antisismica. Nel rinnovare la mia stima e considerazione, rivolgo all'ingegnere Bosco un sincero augurio di buon lavoro nel suo nuovo ruolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bosco è il nuovo assessore alle Infrastrutture nel governo Crocetta

CataniaToday è in caricamento