Botta e risposta tra sindacati e Dusty, l'azienda: "Accordo raggiunto, mai marcia indietro"

Alfio Leonardi, coordinatore regionale Igiene ambientale Fp Cgil, Corrado Tabita di USB ed Emanuele Parisi di Fast Confsal, con una nota aveva annunciato che "nonostante l'accordo firmato con i sindacati nella primavera scorsa, non saranno 31 ma soltanto 15 i lavoratori che verranno stabilizzati"

Botta e risposta tra sindacati e l'azienda Dusty in merito al numero di lavoratori che saranno stabilizzati.  Alfio Leonardi, coordinatore regionale Igiene ambientale Fp Cgil, Corrado Tabita di USB ed Emanuele Parisi di Fast Confsal, con una nota aveva annunciato che "nonostante l'accordo firmato con i sindacati nella primavera scorsa, non saranno 31 ma soltanto 15 i lavoratori che verranno stabilizzati". Comunicazione, spiega, arrivata al termine di un incontro avuto con l'azienda nel corso della quale è stato ribadita la nuova scelta aziendale motivata con una non ben definita "difficoltà organizzativa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Puntuale la risposta dell'azienda. L’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo dichiara: "Il rispetto della responsabilità sociale caratterizza da sempre la nostra linea aziendale. Siamo stupiti delle dichiarazioni rilasciate dal coordinatore regionale Igiene ambientale Fp Cgil Alfio Leonardi, da Corrado Tabita di Usb e da Emanuele Parisi di Fast Confsal. Non soltanto respingiamo ogni accusa di “clamorosa marcia indietro” e di “disattendere gli accordi sindacali e istituzionali”, ma ne dimostriamo la loro infondatezza perché l’accordo è stato raggiunto ieri sera con il consenso di tutte le parti e verrà siglato domani, giovedì 23 luglio» afferma l’amministratore di Dusty srl Rossella Pezzino de Geronimo, aggiungendo come l'incontro di ieri con i sindacati sia stato indetto «proprio allo scopo di trovare una soluzione condivisa, nel pieno rispetto delle regole e della responsabilità sociale che da quarant’anni caratterizza e contraddistingue in modo chiaro e risaputo la nostra linea aziendale. I sindacati conoscono bene la serietà della nostra azienda, la nostra costante disponibilità al confronto – continua l'amministratore – Ci rincresce quindi che le loro affermazioni vadano nella direzione opposta all’obiettivo comune, cioè quello di operare insieme le migliori scelte nell'interesse dei lavoratori, che sono il nostro capitale umano. Non comprendiamo il loro essere “costernati e amareggiati” per un passo indietro che non c'è mai stato, per questo sono certa – conclude Rossella Pezzino de Geronimo – che gli stessi sindacati confermeranno in toto e senza remore quanto replicato in questa nota".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento