Botti di Capodanno, due feriti gravi: mano amputata a un giovane

Il bilancio delle notte del 31 a Catania e in provincia per lo scoppio di petardi e fuochi d'artificio. Un anziano ha perso un dito

Tragico bilancio per il primo giorno del 2020. I botti continuano a mietere vittime. Nel catanese si è registrato un ferito grave a cui è stata amputata una mano, mentre un'altra persona ha perso un dito.

A perdere la mano destra è stato un giovane di Paternò, di 20 anni, mentre era intento ad armeggiare con un grosso petardo. L'uomo è stato portato al Cannizzaro di Catania, dove gli è stato amputato l'arto. Un altro episodio simile è avvenuto nella zona di Monte Po a Catania: un anziano di 76 anni  ha subito l'amputazione di un dito nell'ospedale Garibaldi. Sulla dinamica dell'incidente indagano i carabinieri poiché l'uomo ha detto di essere stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento