Tre bracconieri presi dalla forestale nel parco dell'Etna

Un plauso arriva dal governatore Nello Musumeci e dall'assessore del Territorio e dell'ambiente Toto Cordaro

Cacciavano nella zona D del Parco dell'Etna. Tre bracconieri sono stati sorpresi e denunciati da agenti del Corpo forestale della Regione Siciliana. Si è trattato di un'operazione congiunta portata a termine da uomini dei distaccamenti di Bronte, Maniace e Randazzo che hanno anche provveduto a sequestrare ai cacciatori di frodo i fucili e le munizioni, consegnate alla Procura della Repubblica di Catania per la convalida. Ai responsabili, inoltre, toccherà pagare un sanzione amministrativa che, complessivamente, ammonta a 1.856 euro.

Un plauso per questa ennesima azione di contrasto al bracconaggio da parte della Forestale, arriva dal governatore Nello Musumeci e dall'assessore del Territorio e dell'ambiente Toto Cordaro. "E' la conferma - sottolineano entrambi - di quanto sia preziosa la capillare presenza dei nostri agenti nelle aree boschive di tutta l'Isola. Il loro impegno rappresenta una costante garanzia per assicurare la legalità e proteggere il territorio da gente senza scrupoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento