Bretella via Giuffrida - Castorina, metropolitana e App antitraffico: opportunità da non sprecare

A sostenerlo sono Carmelo Sofia, presidente della commissione alla Viabilità e il consigliere comunale Giuseppe Catalano

"I lavori, le procedure e le manifestazioni di intenti che l’amministrazione comunale sta dimostrando nella zona compresa tra via Vincenzo Giuffrida e il Tondo Gioeni è l’ennesima dimostrazione di come l’amministrazione stia compiendo enormi sforzi nel tentativo di alleggerire il traffico sulla circonvallazione e nelle arterie limitrofe. La strada più trafficata di Catania non riesce a sopportare l’enorme mole di traffico che ogni mattina si riversa sulle sue corsie". E' quanto dichiara Carmelo Sofia, presidente della commissione alla Viabilità, che ha preso visione di un problema che può essere risolto solo con il potenziamento della linea metro e la bretella di collegamento con via Giuffrida Castorina.

"Un’opera di vitale importanza che non può essere bloccata dalle pastoie burocratiche. Ne è ben consapevole il sindaco Bianco e l’assessore Bosco che hanno a cuore questo tipo di problematiche. Il piano di lavoro che abbiamo stilato, nel corso di sopralluoghi e sedute itineranti, descrivono le maggiori criticità di un’area che, oltre il Tondo Gioeni, comprende il viale Mediterraneo, il viale Odorico da Pordenone, il viale Sanzio e il viale Ulisse", continua Sofia.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il consigliere comunale Giuseppe Catalano che spiega come “la sinergia tra commissione alla Viabilità e l’amministrazione centrale serve ad avviare, attraverso tutte le infrastrutture necessarie, una programmazione dettagliata per evitare il formarsi di code chilometriche che mandano sistematicamente in tilt gran parte della città. In definitiva il sottopasso tra via Castorina e via Neri, la metropolitana, la presa coscienza in tempo reale del traffico con un’App specifica e uno sfruttamento maggiore delle strade limitrofe alla circonvallazione- conclude Catalano- garantirebbero meno caos e più vivibilità in un’area percorsa ogni giorno da decine di migliaia di veicoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento