Cronaca Bronte

Bronte, cacciatore si tuffa nel lago per recuperare selvaggina ma annega

Salvatore Nicosia aveva abbattuto a fucilate un volatile che è caduto in un laghetto artificiale utilizzato dai pastori per abbeverare gli animali. A dare l'allarme con una chiamata al 112 dei carabinieri è stato uno dei due amici che cacciavavano assieme alla vittima

Un catanese Salvatore Nicosia di 32 anni è morto ieri sera a seguito di uno strano incidente di caccia in contrada Cattaino a Bronte. L'uomo ha abbattuto a fucilate un volatile, che è caduto in un laghetto artificiale utilizzato dai pastori per abbeverare gli animali.

Il cacciatore si è tuffato in acqua per recuperare la selvaggina ma è annegato. A dare l'allarme con una chiamata al 112 dei carabinieri è stato uno dei due amici che cacciavavano assieme alla vittima.

Il corpo è stato recuperato da sommozzatori dei vigili del fuoco, intervenuti assieme ai militari dell'Arma di Bronte e della compagnia di Randazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bronte, cacciatore si tuffa nel lago per recuperare selvaggina ma annega

CataniaToday è in caricamento