Bronte: la sagra del pistacchio sbarca sul web

Da oggi, la celebre sagra del pistacchio di Bronte dura 365 giorni l'anno, è questa l'idea sviluppata da due giovani fratelli catanesi, Marco e David Navarria, e patrocinata dal Comune di Bronte con il supporto della Provincia Regionale di Catania

Home page sito

Da oggi, la celebre sagra del pistacchio di Bronte dura 365 giorni l’anno, è questa l’idea sviluppata da due giovani fratelli catanesi, Marco e David Navarria, e patrocinata dal Comune di Bronte con il supporto della Provincia Regionale di Catania.

L’innovativo progetto si è concretizzato nella realizzazione del sito web, sagradelpistacchio.it, che rende permanente su internet la sagra di Bronte, dando grande visibilità alle produzioni tipiche del territorio; ma il concept del progetto ha un valore più ampio che,  è quello di veicolare al meglio l’identità di un territorio con le sue attrazioni, risorse e strutture ricettive.

Il sito, è attivo da giovedì 6 ottobre. Abbiamo, volutamente, atteso l’inizio della sagra del pistacchio per dare un senso di continuità – dichiara David Navarria della Navarria Bros, società di Marketing e Comunicazione - è come se dicessimo: questo week end la sagra del pistacchio è a Bronte, ma da lunedì la sagra del pistacchio sarà su internet e lo sarà per tutto l’anno”.

Le imprese che fanno parte del sito web hanno, a disposizione, degli stand virtuali, nei quali presentano la propria attività e un’esposizione dei loro principali prodotti che possono essere ordinati online tramite un applicativo di e-commerce. Il portale offre, anche, informazioni su Bronte e il territorio dando visibilità alle risorse d’attrazione e alle strutture ricettive del luogo.

Come nasce un’idea del genere?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’idea è nata anni fa, tra i testi universitari che ci raccontavano di iniziative di successo, di cooperazione competitiva, di marketing del territorio, di comunità virtuali, di condivisione che crea valore. Poi il progetto è rimasto al buio nel nostro cassetto a fare compagnia ad altre mille idee. Quest’anno, non sappiamo ancora perché, ma ci è sembrato l’anno giusto e, abbiamo dato al pistacchio di Bronte ciò che secondo noi merita, una visibilità globale” - conclude Marco Navarria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento