Brt, da via Fleming a via Milo: individuati nuovi punti di pericolo

Ancora il settore viabilità e sicurezza stradale del Codacons, coordinato da Franco Lionti, torna ad alzare la voce. Al centro dell'attenzione, sempre il nuovo servizio Brt, Bus rapid transit

Dopo aver individuato un pericolo nell'incrocio corrispondente a via Ala e via Cesare Beccaria, il Codacons torna ad alzare la voce. Al centro dell'attenzione, ancora una volta, il nuovo servizio Brt, Bus rapid transit.

La nuova segnalazione, sollevata dal settore viabilità e sicurezza stradale del Codacons, coordinato da Franco Lionti, riguarda “La necessità di scambio di corsia, da destra a sinistra, del Brt in via Fleming, almeno all’altezza dell’ingresso all’ospedale San Luigi, per mantenere la fermata all’inizio del citato viale e per non danneggiare l’attività commerciale, che in atto viene  a trovarsi nella stessa  corsia del bus veloce, quasi all’altezza del sottopasso, e che rischia la chiusura per l’impossibilità dei clienti di poter  sostare il tempo necessario per gli acquisti”.

Sempre nella stessa via Fleming, inoltre, individuata una nuova criticità nella presenza del semaforo: “La presenza di tale semaforo – si legge nella nota  – che viene a trovarsi sulla sinistra della corsia di viabilità ordinaria, è causa di disorientamento da parte di molti  automobilisti  che  rischiano  di essere coinvolti in  tamponamenti , come attestano le segnalazioni pervenuteci. E’ necessario spostare con urgenza  detto semaforo ubicandolo correttamente sul lato destro della corsia del Brt, integrandolo opportunamente con un cartello segnaletico del Brt, eliminando così la causa dei segnalati rischi”.

Anche i cordoli, soprattutto in via Ala e via Milo, sono da monitorare per il Codacons, che segnala numerosi incidenti stradali: "Certamente documentano gli interventi di ambulanze e forze dell’ordine - dichiara l'associazione - Considerato che in molti tratti del percorso del Brt, a causa delle proteste dei cittadini e dei conseguenti ripensamenti sono stati eliminati i citati cordoli, si riconsideri la possibilità di eliminarli anche nelle sopra citate vie, per il ripristino delle normali condizioni di viabilità e sicurezza stradale”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento